giovedì 17 ottobre 2013

lacrimevole

Stamani, nel giro della distribuzione pargolifera per le scuole, la radio teneva alto il morale della truppa, con il Trio Medusa che proponeva simpatiche gag... e noi, tra un Camillo Benso Conte di Cavour, un triangolo scaleno e un buono pasto ancora da compilare, ce la spassavamo parecchio.

Al semaforo qualche cosa nell'aria è cambiata. Il piccolo nano si è sporto in avanti (quei 5 centimetri concessi dalla cintura) e ha chiesto, preoccupato "mamma, perché piangi?".

E che ne so io? E come te lo spiego che a me la pubblicità della Nutella fa questo effetto? Come fai a capire che ho la lacrima in tasca, sempre e comunque e ne spargo un po' ovunque senza un motivo così evidente, come un graffio sul ginocchio, un pugno in testa o un "no" alla domanda "posso accendere la televisione?"?

Ma quanto piango? ma che ne so? e poi, perché? Bho...

In ogni caso stamattina un motivo c'era e al curiosone l'ho spiegato.



Oggi la mia cucciola grande compie tredici anni. Ho detto proprio tredicianni. Mi sembra impossibile. Ma mi sembra anche che sia con me da sempre. In realtà lei c'è da quando ho iniziato questa vita, che non è poco.

Una volta le ho detto "se avessi una foto per tutti i momenti più belli e più importanti della mia vita, tu saresti in ognuna".
Il suo arrivo è stato fondamentale nella mia vita. Mi ha obbligata a prendermi in mano, a decidere, a diventare grande, a fare quei passi che da ventitreenne (tanti ne avevo quando ho scoperto di avere un fagiolino nella pancia) non pensavo assolutamente di poter fare. Semplicemente non sapevo di esserne capace.

Da soli siamo diventati genitori, io e pone. Lo siamo diventati quando siamo arrivati a casa con una culla silenziosa e sorprendente, colma d'amore sconfinato per la Vita. Lo siamo diventati quando il ginecologo, con un fare piuttosto rude, diretto e secco ha capito "ma allora non c'è nessuno che vi possa spiegare cosa fare adesso" e ce lo ha spiegato lui, come muovere i primi passi nel mondo della mammitudine e della papità.
Quel dottore è il mio generale preferito. Lui ci ha detto "diventate genitori, questa è la realtà".

E adesso che sei cresciuta, che hai vissuto mille peripezie davanti ai miei occhi, che hai superato le difficoltà da bambina...ora ti vedo farti forte e coraggiosa e andare incontro al mondo. 

Oggi io e pone siamo orgogliosi di farti gli auguri per i tuoi tredici anni, di aprirti le porte della tua strada, di sostenerti nelle scelte che d'ora in poi saranno tue. Anche se non avremo più fotografie del tuo sorriso...magari per oggi farai un'eccezione...



22 commenti:

  1. Tantissimi auguri alla tua bambina, che da oggi bambina non è più! Un abbraccio forte a te. Mi piace il tuo blog tantissimo, scovo sempre emozioni profonde e belle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le bellissime parole Ale! Mi fa piacere sapere che riesco a far percepire quello che sento...ora mi commuovo...^_^

      Elimina
  2. ti dico una cosa....tua figlia è forse nell'età dove la senti scappare via....ma poi arriva l'età in cui torna di corsa da te.....è inevitabile.....
    tanti auguri...un baciotto

    http://follettinadelfeltro.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo il momento in cui sentirò che ce la può fare da sola: sarò felicissima per lei e fiera di me, che (senza falsa modestia) per ora riesco a starle vicino nel tornado dei tredici anni. Ma so che questi anni non torneranno e un po' di malinconia c'è...

      Elimina
  3. Ma che bel post! Mi hai fatto piangere!
    Quindi siamo diventate mamme alla stessa età :) mi piace!
    Tantissimi auguri alla tua piccola, che ormai è grande... Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore! E' vero, alla stessa età! ^_^

      Elimina
  4. ...una lacrimuccia è scesa anche a me leggendoti...
    Tantissimi auguri alla tua piccola grande donnina
    Sharon

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sharon! Le lacrime hanno rigato anche il viso del papo, leggendo e ricordando... ^_^

      Elimina
  5. Ma così fai piangere anche meeeeeeee!
    p.s. dillo che ti ha fatto piangere perché la puntata di PEPPO PIG di stamattina parlava dell'album di famiglia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che stamattina eravamo un briciolo in ritardo e mi son persa il Peppo Pig??? Se mi dici così...vado a risentire la puntata!! Grazie!

      Elimina
  6. Che bello!!! Mille auguri a tua figlia!!
    Bellissimo post, bellissime parole :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Jessica! E' troppo se ti dico che ri-piango se lo rileggo?...ricordare quei tempi è ancora emozionante!

      Elimina
  7. Tantissimi auguri sinceri alla piccola grande donna!
    E mille congratulazioni alla mamma e al papà!
    Well Done!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Zia!!! Oramai sei di famiglia pure tu ^_^ !

      Elimina
    2. Mi hai fatto commuovere....

      Elimina
    3. ..sei la benvenuta!! ^_^

      Elimina
  8. Tredici anni... caspiterina quanti. Tanti carissimi auguri da parte mia e di Topastro... il tempo vola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Claudia! Il tempo vola davvero, goditelo più che puoi quel Topastro fantastico che hai!!

      Elimina
  9. Ehm, io temo i 13 anni! però finchè sono quelli degli altri...auguri!
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jessica! E...buon lavoro, sia fuori che dentro casa!!

      Elimina
  10. Tanti, tantissimi auguri alla tua cucciola grande. =)
    Daniela

    RispondiElimina

lascia un segno del tuo passaggio ^_^
mi piace sapere cosa ne pensi e chi sei... quindi firmati
altrimenti rischi che le tue parole finiscano nel cestino
senza che io me ne accorga!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...